Categorie
Uncategorized

Sessualità in menopausa

Difficoltà e rimedi per le donne in rosa che affrontano un percorso di terapia oncologica.

Le terapie oncologiche possono avere delle conseguenze importanti sulla qualità della vita in tutte le sue componenti: fisica, psicologica, sociale e sessuale.

Una soddisfacente vita sessuale alimenta il nostro benessere perché unisce corpo, spirito ed emozioni. Per questo motivo è fondamentale considerare le conseguenze del trattamento oncologico sulla sfera sessuale e rivolgersi agli specialisti, in un percorso condiviso e monitorato.

Abbiamo affrontato l’argomento con la Dott.ssa Marina Salvi, ginecologa e omeopata e con la Dott.ssa Cinzia Magistri, psicologa. Il loro intervento ci ha permesso di comprendere meglio le origini del malessere causato dalla menopausa indotta e ci ha fornito alcune soluzioni efficaci, in linea con il percorso di terapia.

dott.ssa Cinzia Magistri psicologa e dott.ssa Marina Salvi ginecologa

La menopausa chimica è diversa dalla menopausa naturale?

La menopausa indotta determina un cambiamento radicale nella vita della paziente poiché, al contrario di quella naturale, costringe la donna e il suo corpo ad un cambiamento repentino.

Solitamente, tra i 45 e i 55 anni, si sperimentano i mutamenti del corpo in un processo lento e graduale. La premenopausa è un periodo fondamentale che predispone al cambiamento.

La necessità di assumere farmaci, che provocano una menopausa chimica, priva invece la donna del tempo necessario ad accettare la perdita di fertilità, con conseguenze importanti sulla sfera intima.

Quali sono le maggiori cause di disagio in menopausa?

La cura di un tumore influisce direttamente sul corpo della paziente e questo intervento, più o meno invasivo, provoca cambiamenti significativi che influenzano sia lo stato fisico che quello emotivo.

Dal punto di vista fisico, le cure ormonali possono alterare la risposta sessuale e ciò grava su uno stato psicologico delicato poiché la persona vive contestualmente un costante cambiamento del proprio corpo e spesso sperimenta sentimenti di vergogna, imbarazzo e inadeguatezza rispetto alla propria immagine.

A causa di questi blocchi emotivi e fisici, spesso le donne rinunciano alla propria vita sessuale, una privazione verso sé stesse e verso il proprio partner che può generare nuovi disagi e, come un cane che si morde la coda, alimentare frustrazione e angoscia.

Riscoprire il tocco e la voglia di giocare con il proprio corpo, da sole o con il partner, aiuta a scoprire un nuovo capitolo della propria vita con curiosità e amore.

Esistono terapie dedicate alla cura degli effetti collaterali della menopausa idonee alla terapia oncologica?

Si, esistono trattamenti idonei alle terapie che possono alleviare i sintomi più frequenti della menopausa e possono migliorare il benessere psico-fisico di ogni donna. Per intervenire in modo coerente è fondamentale rivolgersi agli specialisti per scoprire le soluzioni più adatte alle particolari esigenze di ognuna.

“Siamo tutte donne…” dice la dott.ssa Salvi “… ed è importante parlarsi da donne. Confidare le nostre paure e i nostri problemi, perché la comunicazione, la condivisione e l’accettazione di sé sono una parte fondamentale della cura”.

Le terapie integrate intervengono in questo senso per accompagnare la paziente in un percorso di cura destinato a focalizzare l’attenzione verso la propria personalità e non solo verso la malattia. 

Concedersi il tempo necessario per trovare un nuovo equilibrio e una nuova spinta emozionale è sicuramente un contributo straordinario per una terapia potente ed efficace. 

Quali sono le terapie adatte a curare la secchezza vaginale?

L’olio di jojoba è una soluzione eccellente per la secchezza vaginale per le sue proprietà nutrienti, emollienti ed idratanti. 

La mancata lubrificazione causa spesso la comparsa di piccole lesioni che possono essere trattate per restituire idratazione alla pelle e alle mucose. 

Aggiungendo inoltre l’aroma di rosa da mascena, ad esempio, saremo proiettati in un uno stato mentale di piacere e di amore profondo alla scoperta di noi stesse. L’olio può trasformare i nostri momenti di piacere in situazioni divertenti, morbide e profumate.

Come posso contattare la Dott.ssa Magistri e la Dott.ssa Salvi?

Puoi visitare i loro profili social, scrivere una mail o contattarle su whatsapp, clicca sui biglietti qui in basso per scoprire di più.

La Dott.ssa Cinzia Magistri, riceve anche on line.
Per le pazienti oncologiche i primi 30 minut idi consulenza sono gratis per dare la possibilità di conoscersi e definire insieme il percorso da intraprendere.

Dott.ssa Marina Salvi

GINECOLOGA E OMEOPATA

Cell. 331 979 5341

Indirizzo e-mail: marina.salvi@matrioska.net
Profilo Mio Dottore

Dott.ssa Cinzia Magistri

PSICOLOGA

Cell. 333 44 77 349

Indirizzo e-mail: cinzia@studioseroma.it
Sito Internet
Categorie
Uncategorized

Insalata di riso e cereali con verdure

Rubrica di Ricette di Rinasciamo Insieme

INGREDIENTI:

1 bicchiere di cereali integrali misti
acqua
2 zucchine
1 melanzana
pomodorini
olive taggiasche
pomodori secchi
olio evo
sale e spezie a piacere


PROCEDIMENTO:

Sciacquate i cereali sotto l’acqua corrente.
Portare a bollore dell’acqua salata e cuocere i cereali per il tempo indicato sulla confezione.
Tagliare i pomodorini e condirli con olio e sale e lasciarli in una ciotolina.
Nel frattempo tagliare e cuocere le verdure. Quando le verdure saranno un po’ croccanti, aggiungere le olive e i pomodorini secchi e le spezie a piacere.
Una volta che le verdure saranno cotte, far raffreddare quest’ultime e poi unire le verdure ai cereali.


💡 Buonissima anche con l’orzo o farro🤩

Guarda la videoricetta

Sano, facile e veloce. Bon appétit!

Rinasciamo Insieme

Una Community che si occupa di prevenzione, uno spazio di condivisione, supporto, ascolto e un inno alla vita. Una community nella quale non ti sentirai mai sola e nella quale potrai trovare supporto…insieme siamo più forti!

Categorie
Uncategorized

La Onnis per OncoBeauty

È stato un incontro di grande sintonia ed emozione quello con Annalisa Onnis. Il suo estro, la sua bravura, la sua grande generosità ci hanno subito fatto immaginare un’entusiasmante partnership per raccogliere fondi a favore della nostra Associazione.

Lei ha realizzato una bellissima immagine, un disegno unico dedicato a noi di Oncobeauty.
Il disegno ritrae una donna, una donna qualunque, una di noi.  Ci sono delle labbra rosa e del rosa che ci contraddistingue e poi si intravede un seno che è spesso per noi quella parte del corpo che si è ammalato, che riporta ferite che sono del corpo e non solo.

La T-shirt è 100% cotone, per ognuna il disegno è realizzato interamente a mano, del packaging non vogliamo svelarvi nulla perché riceverlo sarà una gioia per gli occhi.

Ordinandola, vi arriverà direttamente a casa.

La Onnis t-shirt

Consulta la tabella delle taglie.
Potrete prenderla per voi o regalarla a chi sapete la apprezzerà. 

Il contributo è di 25,00. 

Vi ringraziamo fin da ora per la vostra generosità.

La Onnis raccontata dalLa Onnis.

“laOnnis”. Perché?

Perché mi chiamo Annalisa Onnis e quasi tutti (fidanzati compresi) mi chiamano per cognome. un po’ scontato, forse banale… ma per me suona bene e mi piace così!

Dunque… la Onnis da piccola pianificava di girare il mondo, avere una Porsche e fare la fotografa. Oh… non ne ho presa una!

Ho sempre avuto la mania di far andare le mani: 
mi è stato insegnato ad usare cacciaviti, il trapano, la livella… so installare lampade, montare mobili… talvolta me li sono pure costruiti da sola!
Me la sono sempre cavata però anche in altre materie… diciamo più artistiche:  che fosse disegno tecnico o artistico… che fosse maglia, cucito o uncinetto… bijoux in argento e pietre dure… abiti e borse per bambole minuscole (please visit #laMiaMe_Lisa)… dovevo fare cose che si potessero TOCCARE.

Insomma, sono una creativa… infatti lavoro in banca! (aiuto)

L’ultima (per il momento) fase creativa nasce per caso e vede come protagonista una t-shirt… c’è una mia foto alla quale sono molto affezionata ed ho voluto trasferirla su una maglietta. Fatta vedere, entusiasmo! Perché non farne altre?
Allora prendo, anzi rubo da Instagram alcune foto di miei amici. Un’altra la recupero da whatsapp. Un’altra me la faccio mandare da amicizie comuni e butto giù qualche schizzo.  
Poi qualcuno mi dice “vorrei fare un regalo ad un’amica… se ti do una sua foto mi fai la maglietta?”, qualcun altro mi dice “questa coppia fa 50 anni di matrimonio (si sono sposati giovanissimi ndr.)… se ti diamo la foto del loro adorato cane, puoi fare 2 magliette?”, qualcun altro ancora (che ha subito colto ed adottato il #indossaTeStesso) “ti mando una mia foto, mi fai la maglietta?” e poi “mi serve un regalo speciale per un’amica speciale, ti mando la sua foto”… ne ho fatta una anche per la mia mamma! 

Come nasce “laOnnis2310”?

A quel punto bisognava trovare un nome… e creare un logo… e così mentre disegnavo il logo (praticamente la mia faccia nella sua più tipica espressione) ho ripensato a… F

F è stato un mio ex… forse il peggiore. Mi ha tampinato per un anno… poi quando ho capitolato, dopo 2 settimane ha ripreso con la sua ex… ed ha continuato questa storia parallela (ovviamente a mia insaputa) per un anno e mezzo. “Perdonato”, non ha mancato di farmene passare tante altre… insomma… ho un cesto di lumache in testa.

2310 era il suo interno telefonico in ufficio
2310 era l’interno telefonico della ex in ufficio
23/10 era il loro anniversario
23:10 è l’orario che 9 volte su 10 io vedo se guardo l’orologio di sera.

Insomma… 2310 è un numero che mi si presenta sotto il naso, quasi a volermi ricordare quel personaggio, davvero spesso.
Così 2310 era qualcosa di negativo… perché non usarlo per le magliette, trasformandolo in qualcosa di bello, per “neutralizzarlo”?

Che poi i numero 23 e 10, presi da soli sono una gran bella cosa : )

Per saperne di più visita il mio profilo Instagramm

Categorie
Uncategorized

Race for the Cure 2022

All’interno del Villaggio della prevenzione organizzato da Komen Italia abbiamo realizzato 3 laboratori di bellezza con un super team di esperti  e aiutato decine di donne in rosa a trasformare la perdita di autostima legata alla percezione della propria immagine compromessa dagli effetti collaterali in una nuova visione di sé più consapevole e forte.

Il primo giorno Cinzia Magistri psicologa esperta in Body Positive e accettazione corporea ha condotto l’Empowerment Lab per un confronto di gruppo sull’importanza di una buona relazione con se stessi e come essa influisca nel rapporto con gli altri. 

Sono intervenute anche Patty di PattyBloom Bra Fitting esperta in misurazione del seno che aiuta centinaia di donne ad individuare la taglia giusta e modi per valorizzare il proprio decolltè anche post chirurgia oncologica (asimmetrie, protesi esterne, reggiseni strutturati senza ferretti, intimo, costumi ecc); Barbara Cannizzaro fotografa che negli anni ha realizzato progetti fotografici sui disturbi alimentari e valorizzazione del corpo femminile.

Come di consueto al termine di ogni Lab le pazienti hanno ricevuto dei piccoli omaggi e il Team è rimasto per dare informazioni e consulenze con l’angolo di informazioni su reggiseni, protesi esterne, guaine contenitive micromassaggianti e i vari rimedi estetici.

Nei due giorni successivi non poteva mancare il nostro amato Beauty Lab con il corso di Self Make Up!

Un Lab in cui entusiasmo, divertimento, spensieratezza e solidarietà rendono l’esperienza magica per potersi ritrovare allo specchio e dire “SIAMO BELLISSIME”!

Sappiamo bene che gli effetti collaterali estetici causati dalle terapie come la caduta dei capelli, ciglia e sopracciglia compromettono l’immagine delle donne che le affrontano ed insieme grazie al corso di trucco con facilità riusciamo a ripristinarla e migliorarla 💖

race fo the cure 2022

Nei nostri Lab ci avvaliamo di Make Up Artist professionisti e abbiamo a cuore la sensibilità cutanea e la sicurezza della pelle delle nostre amiche in Rosa (le terapie sensibilizzano la cute e possono renderla iper attiva), per questo motivo adottiamo scelte etiche e consapevoli selezionando i prodotti migliori da far utilizzare e donare nei kit. 

Creme e Make Up anallergici, privi di profumo e testati per pelli sensibili, con mascara testati oftalmologicamente e adatti a chi affronta le terapie.

Ogni donna in rosa aveva la sua postazione con Specchio e Kit trucco personale con mini beauty, pennelli, spugnette selezionati da OncoBeauty e prodotti trucco gentilmente donati da Dolomia Beauty.  (Marchio Farmaceutico anallergico testato per pelli sensibili)

 

Valentina, Edoardo De Falco e Michela Masciovecchio Make Up artist hanno guidato le pazienti tra i segreti del trucco professionale per dimestichezza con gli strumenti di trucco ed imparare a migliorare l’incarnato, valorizzare lo sguardo, correggere le discromie e ricostruire le sopracciglia come delle vere PRO 💖

Insieme possiamo #cambiamovoltoalcancro

Categorie
Uncategorized

Frittata di Ceci con Zucchine e Porri

Rubrica di Ricette di Rinasciamo Insieme

INGREDIENTI:

100g di farina di ceci
2 zucchine
1 porro
Acqua Q.B.
Olio evo
Spezie a scelta (Paprika, curry, pepe)
Sale

PROCEDIMENTO:

Tagliare le zucchine e i porri.
Cuocerli in una padella con coperchio per una decina di minuti con un filo di olio.
A cottura ultimata, inserirli in una ciotola e aggiungere la farina di ceci, le spezie, il sale e l’acqua. Per l’acqua regolatevi ad occhio, dovrà essere un composto cremoso.
Ungere con dell’olio la stessa padella in cui avete cotto precedentemente le verdure e aggiungere il composto.
Coprire e cuocere 6/7 minuti per lato a fuoco medio.
Voilà che la vostra frittata è pronta da gustare!

💡Ottima anche fredda oppure per farcire i vostri panini per un picnic🌟

Guarda la videoricetta

Sano, facile e veloce. Bon appétit!

Rinasciamo Insieme

Una Community che si occupa di prevenzione, uno spazio di condivisione, supporto, ascolto e un inno alla vita. Una community nella quale non ti sentirai mai sola e nella quale potrai trovare supporto…insieme siamo più forti!